I TEMI DI LARA

Le giornate si stanno allungando ed è difficile guidare con il sole negli occhi alle sei del pomeriggio. Michele guarda l’orologio. Ha detto alla moglie che sarebbe rientrato per cena. Poco meno di due ore per stare con Lara che non è sua moglie ed è seduta in auto accanto a lui. Sprofondata nel sedile … Leggi tutto I TEMI DI LARA

LA VIA FRANCIGENA

“Non pensi che dovremmo fare qualcosa per comunicare meglio io e te?” “Sono d’accordo Sara. Ti ho detto un sacco di volte che dovremmo avere lo stesso operatore telefonico. Stessa copertura, stessa qualità del segnale..Andrebbe molto meglio” “Io intendevo proprio parlare..” “Certo. Pensavo che avere minuti illimitati per entrambi ci darebbe molte più possibilità di … Leggi tutto LA VIA FRANCIGENA

L’ANNIVERSARIO

“Carla dov’è il nonno?”“Non lo so, l’ho visto prima che si metteva il cappello.”“Il cappello? Per fare che?”“Boh, pensavo che se lo stesse provando”.“Cercatelo subito.”“Nelle stanze non c’è e neanche in bagno”“Io mi vesto e scendo. Vado giù. Voi andate sul balcone per vedere la strada.”“Mamma mamma l’ho visto! E’ salito sul 12 che va … Leggi tutto L’ANNIVERSARIO

LA PICCOLA PARTITA IVA (libero adattamento da una nota novella di Andersen)

Era l'ultimo giorno dell'anno: faceva molto freddo e cominciava a nevicare. Una Partita iva camminava per la strada con la testa scoperta. Era uscita di casa, aveva ai piedi le scarpe ormai sformate che lasciavano intravedere i piedi lividi dal freddo. Teneva nel suo vecchio e liso abito un gran numero di ordini che non … Leggi tutto LA PICCOLA PARTITA IVA (libero adattamento da una nota novella di Andersen)

LA MASCHERINA

LA MASCHERINA Mi ricordo, eravamo a marzo del duemilaventi. C’era il corona virus che in quei giorni aveva cambiato le nostre abitudini.... Si usciva poco e solo per andare a comprare qualcosa da mangiare. Fu proprio in un Conad che la vidi la prima volta. Fui catturato dal suo sguardo, da quei suoi occhi scuri. … Leggi tutto LA MASCHERINA

IL VIALE

Non dimenticherò mai quella sera. Camminavamo mano nella mano senza parlare. Un viale pieno di alberi con i lampioni accesi tranne uno. Fu lì che pestai una cacca e per non rompere il silenzio magico e complice non dissi nulla. Vedevo le sue narici allargarsi e il suo volto assumere un’espressione infastidita. Avevo la suola … Leggi tutto IL VIALE

UNA STORIA IMPOSSIBILE

“Siamo arrivati alla frutta, ormai ti devo lasciare” “Ti prego, tienimi stretto ancora un pò, facciamo un altro giro, passiamo a prendere una birra” “Ne ho già presa una... ma va bene. Però non rendere tutto più difficile per favore” “Ma perchè mi lasci? perchè?” “Perchè devo tornare a casa da mio marito, ho una … Leggi tutto UNA STORIA IMPOSSIBILE