LA MODICA QUANTITA’

E’ sabato mattina. Per le vie del centro di una città tranquilla passeggiano Aldo e Meno (da Filomeno). Oggi il discorso è caduto sui cambiamenti che l’evoluzione tecnologica ha portato migliorando alcune cose ma creando problemi su altre.
“Lo sapevo che andava a finire così. Si parlava dell’auto che guidava da sola e a me sembrava una cosa impossibile. Oggi invece io posseggo una piccola utilitaria che mi porta dove voglio. Mi dà sicurezza. Leggo il giornale, mi appisolo, si ferma a fare carburante, decide lei quando andare a fare il tagliando. Tutto merito o colpa dell’internet delle cose. Siamo collegati tra persone e oggetti in unica grande ragnatela. Pure la storia degli elettrodomestici “intelligenti” sembrava fantascienza e oggi è storia.”

“Hai ragione, ci siamo abituati a tutte queste cose. Quello che invece non riesco a sopportare  è questo accanirsi del Governo sulla lotta all’obesità. Sembra che quelli in sovrappeso sono i nuovi “drogati”. La vera droga è stata quasi sconfitta dopo tanti anni e ora il Ministero della Sanità ha dichiarato guerra ai chili di troppo. Io lo so che viene fatto per diffondere una cultura alimentare corretta, per combattere la malattie cardiovascolari, ma non mi puoi rompere i coglioni controllandomi gli acquisti con la ciccio-card elettronica. Viene tracciato tutto e se vai fuori con le calorie sei pure sanzionato. E che palle”

“Non me ne parlare. Ieri sono andato in salumeria e sai che ora non puoi entrare se non passi sulla piastra che c’è per terra all’ingresso che ti pesa? E se inserisci la ciccio-card viene fuori cosa possono darti. In pratica fanno un controllo su cosa hai in frigo, le calorie a cui hai diritto e l’eventuale disponibilità residua. Come il conto corrente bancario. Ovviamente la ciccio-card contiene le ultime analisi mediche e tutte queste informazioni vengono incrociate. A me c’era disponibilità appena sufficiente per uno Jocca di merda. Me ne sono dovuto andare.”

“Meno io so che vicino al porto è possibile recuperare illegalmente da un pusher il lardo di colonnata che ormai è vietato in quasi tutte le salumerie per quelli come noi con la ciccio-card tracciata.”

“Aldo, che facciamo? Andiamo? Non so cosa darei per delle fettine di lardo di colonnata. L’ultima volta è stata uno sballo. C’eravamo procurati anche dei crostini di pane e ci mettemmo in un capannone vicino al terminal crociere. Siamo restati lì forse un’ora nella libidine più totale. Uscimmo uno alla volta per non dare nell’occhio. Solo Tommaso ebbe la sfortuna di essere fermato dalla Polizia AntiGrasso. Lo pesarono subito e lo beccarono. Aveva ancora tracce di lardo sui polpastrelli e le papille gustative dilatate con residui di acquolina in bocca, per non parlare delle briciole dei crostini tra le trame del maglioncino di cotone a nido d’ape. Che figura di merda. Lo hanno portato in commissariato in quanto aveva dei precedenti. A Eataly lo avevano beccato al bancone dei prodotti tipici dove si era svuotato un piattino per gli assaggi di scamorza affumicata senza passare la ciccio-card nel lettore. Hanno chiamato la moglie per andarlo a riprendere previo versamento di una cauzione e obbligo di firma ogni domenica dalle 13 alle 15 presso un qualsiasi Commissariato di Polizia AntiGrasso. Io comunque mi voglio organizzare. Vedi tu, pensaci tu, io sono della partita”

“Meno, tu lo sai che ora se ci beccano con sostanze proibite oltre la modica quantità sono dolori.”

“Aldo, voglio rischiare. Io non riesco a starci nella modica quantità. Non mi puoi dire che infrango la legge se ho addosso 20 grammi di lardo di colonnata. Io ho bisogno almeno di 80-100 grammi per apprezzarne il sapore.”

“Che non lo so. Come se lo so. Ormai se ti trovano con un chilo di marjuana non ti fanno nulla. Questa battaglia sulla sana alimentazione ci sta rendendo emarginati. Quello che ci piace è quasi tutto da consumare in modica quantità. Poi c’è da aggiungere il problema delle scuole. Ormai andare a prendere mio figlio a scuola finisce sempre con un controllo di polizia. Io sono lì che aspetto l’orario di uscita e spesso mi chiedono “Cosa fa qui? Lo sa che lei è in sovrappeso? Cosa ha nella borsa, possiamo controllare?” e io “sono venuto a prendere mio figlio e gli ho portato un panino. Altrimenti arriva a casa affamato”

“Cosa c’è nel panino? Ahhhh 2 fette di prosciutto crudo con il grasso e due mozzarelle…andiamo bene. Guardi non le faccio il verbale per spaccio di grassi ma ci sarebbero gli estremi. Per le prossime volte metta una fetta di prosciutto senza grasso e una mozzarella è sufficiente. E cerchi di dimagrire perchè altrimenti rischia sempre un nostro controllo”

“Capisci che in che stato viviamo? Senti sono riuscito ad avere un video su come fanno il caciocavallo e nella parte finale lo fanno a fette e lo scaldano sulla piastra e quando lo tirano via….”

“….fa tutti i fili. No, meraviglioso. Sapevo di questo video ma non l’ho mai visto. Facciamo così, chiama gli altri e ci vediamo a casa. Diciamo alle mogli che ci vediamo il solito porno e quando restiamo solo noi mettiamo il dvd del caciocavallo. Dai non vedo l’ora.”

 

2 pensieri su “LA MODICA QUANTITA’

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...