La dura vita del Paradosso

Il Paradosso, arrivata la primavera, fu costretto a fare il cambio di Paradigma. Non ne aveva nessuna voglia ma Parabola, la moglie, fu irremovibile.

“Sei un gran Paraculo,  fosse per te andresti in giro con un Paravento tutto l’anno. Poi prendi un colpo di freddo e sei costretto a chiamare un Paramedico, andare alla Parafarmacia e comprare il Paracetamolo.”

“Oh Parabola, non mi fare ‘sta Paranoia. Io con il Paravento sto comodo. E’ inutile, il tuo Parametro per il cambio di Paradigma è diverso dal mio. Senti per farti contenta da domani uso anche il Paraurti va bene?”

“Guarda puoi fare quello che vuoi basta che non lasci il Paravento sul Parallelepipedo. Non vorrei aprire un altro Paragrafo sul tuo disordine. E non commentare sotto voce che le tue Parafrasi le sento lo stesso”

“Parabola, non vorrai fare il Paragone tra casa nostra e il Paradiso. Lasciamo l’ordine a loro e teniamoci il nostro Parapiglia!”

 

2 pensieri su “La dura vita del Paradosso

  1. Maria alletta ha detto:

    Parafiamme davanti al camino in un giorno freddo e paraorecchie per non essere disturbati da eventuali rumori. Mi ricorda un giochino che facevo con un mio nipotino per fargli imparare le vocali: pazza pezza pizza pozza puzzaaaaa!!!! Ahahahah.
    Una buona giornata mio caro paragnosta!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...