POPCORN

Le immagini scorrono sul grande schermo. La musica, bellissima, ti entra dentro e spinge la tua mano verso quella di lei. Ma la sua mano tiene stretto il bicchierone di pop corn, quello maxi da mezzo chilo. Bisogna trovare una strategia. Allora con il mignolo sfiori il dorso della sua mano per lanciare un segnale del tipo “Sei fantastica”.

Lei, presa dal film, si fa sfiorare il dorso della mano ma, evidentemente, il segnale arriva distorto. Lei inclina il bicchierone di pop corn perchè capisce che ne vuoi uno.

Allora tu mangi la foglia insieme al pop corn e le sorridi. Lei ricambia come per dire “Ah ti piace il popcorn”.

Mentre sullo schermo i due attori stanno per baciarsi tenti di nuovo l’approccio con la mano pensando che possa innescarsi un effetto “copia e incolla” di quello a cui state assistendo.

Questa volta allunghi due dita per fare capire che le intenzioni sono serie e che il messaggio è univoco.

Lei sentendosi toccata dalle due dita invece capisce che vuoi due pop corn ed inclina il bicchierone scuotendolo per facilitare la presa dei due fiocchi di mais.

E tu prendi questi due popcorn, pure salati, e te li mangi cercando di capire come impostare la prossima mossa.

I due attori ora sono in moto e corrono con il vento nei capelli e lei è stretta a lui. Ottimo spunto, pensi, e riprovi l’attacco.

Stavolta usi l’indice per avere un controllo maggiore della situazione ed anche per farle capire che è proprio lei quella che vuoi. Come E.T. fai scivolare la mano non per indicare te-le-fo-no-ca-sa ma per andare nell’anfratto tra il suo dito indice e il medio, uno dei posti più sensuali delle mani di una donna. Ci sei. Lei serra all’improvviso le due dita, si gira verso di te con uno sguardo del tipo “bimbo monello ti ho beccato che volevi rubare il biscottino dal barattolo nella credenza”.

Tu pensi “ora mi bacia, ora mi bacia, ora mi bacia” e invece ti prende  la mano, te la apre, ti ci mette il bicchierone dei pop corn e te la richiude come a dire “però comprateli tu la prossima volta”. Porca miseria. Ora hai la mano destra bloccata con questi cazzo di pop corn.

Pensi di metterli nell’altra mano per avere nuovamente la destra libera e invece lei ti dà due colpetti con il gomito e mette il suo avambraccio con la mano a forma di escavatore Caterpillar per dirti chiaramente che deve prendere una quantità importante di mais esploso.

Gli attori del film ormai hanno fatto sesso in ventimila modi e tu non sei riuscito neanche a prenderle la mano. Ora è una questione di principio, diamine!!!

Ma sì! Ora faccio cadere i pop corn un pò alla volta così finiscono e ci mettiamo l’anima in pace.

Il bicchierone è vuoto e la mano di lei cerca invano qualche superstite ma non trova altro che chicchi inesplosi appiccicosi di sale. Tu pensi ora di avere accanto a te una donna rassegnata a seguire il film senza popcorn. Finalmente con la mano libera pronta a stringere la tua.

Nel film è notte e gli attori ovviamente fanno ancora sesso giurandosi amore eterno mentre tu senti sotto i piedi i pop corn che hai fatto cadere. Ora però non ti potrà più sfuggire e fai partire la tua mano come un serpente a sonagli con il dito medio che esplora per primo la zona circostante. Senti di nuovo la mano di lei, le sfiori gli anelli ma avverti una superficie non prevista.

Prendi il cellullare per far finta di leggere un messaggio e illumini la sua mano per capire cosa c’è ancora che ostacola il tuo progetto.

Un tubo rosso. Lei ha in mano un tubo rosso e la scritta sopra è chiara: “PRINGLES” quelle patatine enormi a forma di disco ricurvo.  Il tubo si inclina verso di te offrendoti il croccante contenuto e non ti resta che assistere alla nascita del quarto figlio degli attori del film sgranocchiando una patatina dal sapore amaro. E quando tutto sembra perso… ecco che lei mette le Pringles nella mano destra  e libera la sinistra. Ora la strada è libera ma devi fare in fretta. Nel film siamo alle battute finali.

Prendile la mano,  non aspettare. Credi di andare sul sicuro  ma trovi la bottiglietta dell’acqua. Non era un segnale di resa ma di sete.

Un pensiero su “POPCORN

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...