IL PERCORSO VIRTUOSO

“Mi ha chiamato Luca. Dice che ha preso 4 al compito scritto di italiano.”

“Ma porca miseria! E’ la quarta insufficienza in questo mese. Mi sa che dobbiamo fare qualcosa per raddrizzare questo andamento. Non promette nulla di buono.”

“Non sono d’accordo. Ho sentito Saviano l’altra sera da Fazio in tv e dobbiamo invece instillare nel ragazzo la cultura del fallimento come si fa nei paesi anglosassoni. Bisogna abituarlo che fallire fa parte di un percorso di crescita e che un brutto voto è da stimolo a fare meglio.”

“Certo, ma se uno va male in tutte le materie vuol dire che sta facendo un ottimo percorso??”

“Non fare il fesso, piuttosto quando rientra cerca di fargli il ragionamento del fallimento come strada verso il successo. Dell’importanza del cadere per poi rialzarsi. Dello sbagliare per capire meglio, che dopo la notte c’è il giorno, che dopo la tempesta c’è la quiete, che dopo la pioggia…..

“Sì sì sì ho capito…c’è l’arcobaleno, lo so lo so…lo so, ho capito”

“Non dirmi che hai capito per farmi stare zitta..e dopo una sconfitta cosa c’è?”

“Dopo una sconfitta?”

“Sì dopo una sconfitta!”

“Cosa c’è?”

“Sì cosa c’è dopo una sconfitta?”

“Delusione, rammarico, disperazione, angoscia..”

“Vabbè non hai capito il senso. C’è una voglia di riscatto, voglia di vittoria. Questo devi trasmettere a Luca. Devi dirgli che le insufficienze pesanti di questo mese devono essere un trampolino di lancio per i prossimi mesi. Che il quattro in italiano e matematica sono l’inizio di una risalita. Che è caduto ma può rialzarsi con dignità e guardare i suoi professori negli occhi dicendo “Ero a terra ma ora sono in piedi”. E soprattutto non punirlo con le tue solite iniziative tipo “no play station per un mese” oppure “no smartphone” o altre privazioni che lasciano il tempo che trovano. Cerca di essere aperto e non fare il dittatore. Devi essere conciliante, devi tendere la mano al ragazzo che è caduto e che deve rialzarsi. Poi, come ha detto Saviano, il fallimento va festeggiato. Bisogna sottolineare che si è toccato il fondo e che ora può andare solo meglio…”

“Ma anche peggio, Luca ha preso 4 ma sta anche il 2..”

“Ma non prenderà mai il 2. Non è mai successo che fosse impreparato. Oh mi sa che sta salendo. Ho sentito l’ascensore. Mi raccomando. Accomodante, un bel sorriso e guardiamo al futuro con ottimismo.”

“Ciao papà, ciao mamma”

“Amoreeeee mi ha detto la mamma che hai preso 4 in italiano.. che bella notizia! Ho saputo che la professoressa ti ha segnato diversi errori in blu, evidenziando delle carenze grammaticali di base. Molto bene, molto bene, si tratta di una preparazione fallimentare che è alla base del tuo futuro. Sono contento. Direi di festeggiare come si deve. Oggi è sabato e direi di andare a pranzo fuori.”

“Beh papà a dirla tutta ho preso anche 3 all’interrogazione di fisica e il professore ha detto che probabilmente mi porterò il debito a settembre….”

“Ahhh ottimo, ottimo, le materie scientifiche vanno continuamente riprese dai primi capitoli e solo prendendo un bel debito si riesce ad avere lo stimolo per studiare tutta la fisica dalla prima pagina del libro. Molto bene. Vero cara?”

“Molto bene un cazzo!!!! Luca sei un ciuccio, ciuccio, ciuccio bestia!! Uno sfaticato senza spina dorsale. Stai facendo un anno di merda e non studi niente!!! Da oggi sarai in punizione severa e ti saranno tolti paghetta, telefono, playstation e connessione internet e tutti i social! Niente uscite di sabato fino a che non ci saranno le prime sufficienze e per un mese riso in bianco pane raffermo e acqua piovana. Mangerai in camera tua da solo per capire e riflettere che sei un fallito e fallito resterai se non righerai dritto sulla lama di un coltello. Fila in camera tua subito, ciuccio che non sei altro!!”

“Ma mamma….”

“Filaaaaaa!!!!”

“Ma scusa, non mi avevi detto di introdurre un percorso virtuoso, che il fallimento è una cosa giusta, che bisogna festeggiare il risultato negativo come spinta verso il successo, che Saviano ha fatto da Fazio l’ode alla “sconfitta”…”

“Tu non capisci mai niente, sempre con il treno regionale arrivi, due ore dopo…”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...