SE LO DICE TINDER

“Sai che mi vedo con Cinzia, te la ricordi?”“Ma è una del liceo?”“Si, per un po’ di tempo eravamo nello stesso gruppo che si vedeva in Viale dei Giardini.”“Come mai? Dove l’hai beccata?”“Per caso, alla posta di Piazza Vittorio. Stavo compilando un bollettino e mi ha chiesto la penna. Ci siamo guardati per qualche secondoContinua a leggere “SE LO DICE TINDER”

CUCUMAZZO E IL MOCCACCINO

Bernardo Cucumazzo è un consulente aziendale. Oggi ha un appuntamento in un’azienda cliente per una riunione con l’amministratore delegato. Deve definire un credito a suo favore che va avanti da un bel po’. Durante il tragitto riceve un messaggio vocale dal dottor Trincheri, l’amministratore. “Cucumazzo mi deve scusare ma un impegno imprevisto non mi permetteContinua a leggere “CUCUMAZZO E IL MOCCACCINO”

LA VIA FRANCIGENA

“Non pensi che dovremmo fare qualcosa per comunicare meglio io e te?” “Sono d’accordo Sara. Ti ho detto un sacco di volte che dovremmo avere lo stesso operatore telefonico. Stessa copertura, stessa qualità del segnale..Andrebbe molto meglio” “Io intendevo proprio parlare..” “Certo. Pensavo che avere minuti illimitati per entrambi ci darebbe molte più possibilità diContinua a leggere “LA VIA FRANCIGENA”

I TEMI DI LARA

Le giornate si stanno allungando ed è difficile guidare con il sole negli occhi alle sei del pomeriggio. Michele guarda l’orologio. Ha detto alla moglie che sarebbe rientrato per cena. Poco meno di due ore per stare con Lara che non è sua moglie ed è seduta in auto accanto a lui. Sprofondata nel sedileContinua a leggere “I TEMI DI LARA”

IMMANENZA E TRASCENDENZA

“Sei nervoso anche oggi?” “Ma no, non sono nervoso” “Senti, sono tua moglie da trent’anni e lo vedo a mille chilometri quando sei nervoso” “Forse questa quarantena, non poter uscire, non so” “Te lo dico io perchè sei nervoso, perchè non vedi la tua amante da un bel po’” “Forse per quello. Sai ci vediamoContinua a leggere “IMMANENZA E TRASCENDENZA”

L’ANNIVERSARIO

“Carla dov’è il nonno?”“Non lo so, l’ho visto prima che si metteva il cappello.”“Il cappello? Per fare che?”“Boh, pensavo che se lo stesse provando”.“Cercatelo subito.”“Nelle stanze non c’è e neanche in bagno”“Io mi vesto e scendo. Vado giù. Voi andate sul balcone per vedere la strada.”“Mamma mamma l’ho visto! E’ salito sul 12 che vaContinua a leggere “L’ANNIVERSARIO”

LA PICCOLA PARTITA IVA (libero adattamento da una nota novella di Andersen)

Era l’ultimo giorno dell’anno: faceva molto freddo e cominciava a nevicare. Una Partita iva camminava per la strada con la testa scoperta. Era uscita di casa, aveva ai piedi le scarpe ormai sformate che lasciavano intravedere i piedi lividi dal freddo. Teneva nel suo vecchio e liso abito un gran numero di ordini che nonContinua a leggere “LA PICCOLA PARTITA IVA (libero adattamento da una nota novella di Andersen)”

L’ORGOGLIO DEL 98

La sveglia è per le sette di mattina.Alzatevi, grida il comandante, oggi è il giorno X e non possiamo sbagliare. Tutti voi sapete cosa fare. Bisogna però trovare il volontario per andare in prima linea dove lo scontro sarà terribile. Il nemico ha messo in campo molte forze e ci sarà da combattere. Il volontarioContinua a leggere “L’ORGOGLIO DEL 98”