POWERBALL

Nella penombra illuminata solo da alcuni led rossi e verdi si muove con professionalità e con il suo camice bianco il Prof. De Tubis. “Ora la circolazione è regolare. Se l’è vista brutta, molto brutta. Poteva andare peggio. Lo sbalzo di pressione poteva creare danni permanenti. Facciamola riposare, domani magari proviamo solo il ciclo del … Leggi tutto POWERBALL

Il restauro

Hanno restaurato "Ultimo tango a Parigi" di Bertolucci. Nella versione nuova hanno sostituito il burro con l'olio EVO che è più in linea con un'alimentazione leggera e senza grassi.

LA MELA DI BRUNETTA

Un’anziana regina ormai sfiorita viveva nel castello di Arcore ed ogni giorno chiedeva allo specchio magico “Specchio specchio delle mie trame chi è la più votata di tutto il reame?” “Sei sempre stata tu o mia regina ma c’è adesso una fanciulla che assomiglia ad una stella che di te ormai è molto più votata … Leggi tutto LA MELA DI BRUNETTA

POPCORN

Le immagini scorrono sul grande schermo. La musica, bellissima, ti entra dentro e spinge la tua mano verso quella di lei. Ma la sua mano tiene stretto il bicchierone di pop corn, quello maxi da mezzo chilo. Bisogna trovare una strategia. Allora con il mignolo sfiori il dorso della sua mano per lanciare un segnale … Leggi tutto POPCORN

IL PANE DI MARISA

Oggi è giorno di mercato. Il sabato mattina al paese nostro c’è il mercato nelle vie principali. Vendono un sacco di cose. Mamma mi ci porta ogni volta. Viene anche una zia di mia madre dal paese vicino. Quando c’è zietta (la chiamiamo tutti così perché ha un fisico piccolino) io sono più contento perché … Leggi tutto IL PANE DI MARISA

L’ULTIMA PLAYLIST

E ora? Come lo dico a lei? E ai ragazzi? Ciao vorrei dirvi che non mi rimane molto tempo. Andiamo a farci una delle ultime pizze? Domenica ci facciamo una passeggiata sul lungomare? In questi giorni sistemiamo le cose economiche e finanziarie? Devo guardarli piangere? Sentire la loro disperazione, compassione, sofferenza? Non riesco a pensare … Leggi tutto L’ULTIMA PLAYLIST

GHEPECHÈ

Valerio era un tipo tranquillo. Uno che viveva nel suo mondo. Come si dice “aveva la testa tra le nuvole”. Poche storie finite sempre nella stessa maniera, cioè mollato. Un lavoro anonimo in una grande azienda dove era entrato con una raccomandazione. Uno stipendio minimo. Una casa lasciata dai suoi genitori. Non avendo un ruolo … Leggi tutto GHEPECHÈ

LA PORTA USB

“Buongiorno, ho prenotato una radiografia per mio figlio” “Si, il cognome?” “Barbieri. Luca Barbieri.” “Papà ma noi non ci chiamiamo Barbieri.” “Ah scusi, mio figlio ha ragione. Un po’ di stanchezza. Derisio. Luca Derisio.” “Bene aspettate il vostro turno. Sarete chiamati.” “Papà oggi è la seconda volta che sbagli cognome. E la mamma mi ha … Leggi tutto LA PORTA USB